#Bogotà indignata: rapita, violentata e uccisa una bimba di 7 anni...






(askanews) - Manifestazioni di rabbia e indignazione in Colombia, dopo il rapimento, lo stupro e l'omicidio di una bimba di 7 anni a Bogotà: il presunto assassino sarebbe già stato arrestato. L'uomo, un architetto di 38 anni, è ricoverato per un'overdose di cocaina nella clinica Navarra , davanti alla quale si sono radunati i manifestanti.
La bambina è stata prelevata dal suo quartiere, il popolare Bosque Calderòn Tejada; davanti alla sua casa è stato appeso un manifesto con la scritta "Mai più violenza o maltrattamenti per i nostri bambini e bambine". La bimba, Yuliana, è stata portata dall'uomo nella sua abitazione, dove ne avrebbe abusato e l'avrebbe poi strangolata, secondo la stampa locale.
"Sono qui oggi per i bambini che sono vittime, per tutti i bambini che vengono violentati e abusati. Perché ciò che viene fatto a un bambino dura per tutta la vita. Questo è il motivo per cui sono qui oggi", spiega questa residente.
"Era amica della mia nipotina, una bimba felice. Non ho parole", dice questa vicina.
A intervenire nel caso che ha scosso il paese, anche il presidente colombiano, Juan Manuel Santos:
"Chiedo, come lo chiedono tutti i colombiani, la giustizia più rapida e severa. Che cada sul responsabile di questo assassinio"...

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA