Berlino, poche speranze per Fabrizia. Il padre: stanotte avevamo già capito...




La ragazza è di Sulmona e ha 31 anni: da ieri è irreperibile. La madre e il fratello sono a Berlino per il test del dna.



Nell'attacco contro l'affollato mercato di Natale a Berlino, tra i vari dispersi ci sarebbe anche una giovane italiana. Lo riferisce l'Huffington Post precisando che il suo cellulare è stato trovato sul luogo della strage. Un ragazzo l'ha trovato e consegnato alla polizia. Gli appelli lanciati sui social network dai parenti in cerca di notizie sono rimasti ancora senza risposta e secondo quanto appurato dall'Huffington Post la ragazza non si sarebbe recata oggi presso il posto di lavoro. 

La ragazza è di Sulmona. Il suo nome è Fabrizia Di Lorenzo, 31 anni che vive e lavora nella capitale tedesca già da diversi anni in un'azienda di logistica, 4Flow. Il padre della ragazza è impiegato alle poste di Sulmona e questa notte la famiglia sarebbe stata contattata dalla Farnesina: secondo le prime informazioni, la madre e il fratello di Fabrizia Di Lorenzo sono partiti per Berlino per essere sottoposti all'esame del Dna. Solo dopo la comparazione del profilo genetico le sue condizioni potranno essere ufficializzate.

Lo strazio del padre di Fabrizia: non ci sono dubbi. Gaetano, il padre della ragazza non vuole farsi illusioni e a stento trattiene le lacrime: "Abbiamo capito che era finita stanotte all'una e mezza: siamo stati noi a chiamare la Farnesina, ma l'aiuto più grande ce lo hanno dato i carabinieri di Sulmona", ha detto affranto Gaetano Di Lorenzo. "Ci siamo mossi coi nostri canali, ma da quanto mi dice mio figlio da Berlino, non dovrebbero esserci più dubbi - ha affermato -. E' lì con mia moglie in attesa del Dna, aspettiamo conferme, ma non mi illudo". 

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA