#Aleppo, ancora spari sui civili: sospesa l'evacuazione...




Accuse reciproche tra le parti: il regime accusa i ribelli di aver aperto il fuoco, mentre secondo gli insorti sono stati i filo governativi a sparare.



E' stata di nuovo sospesa l'evacuazione dei civili ad Aleppo. La drammatica fuga da parte della popolazione e dei combattenti negli ultimi quartieri ancora in mano ai ribelli nella martoriata città siriana è stata infatti interrotta dalle forze del regime, fedeli al presidente Basha al Assad. Lo ha reso noto una fonte della sicurezza siriana.  «L’operazione d’evacuazione è stata sospesa perché miliziani armati non hanno rispettato le condizioni dell’accordo», ha affermato la fonte.  

Anche l’Osservatorio siriano per i Diritti umani ha confermato la sospensione dell’operazione, aggiungendo che è avvenuta in contemporanea a varie esplosione che si sono avvertite nella zona.  Finora, sono circa 8mila le persone che hanno abbandonato la città da giovedì, dopo che le parti hanno siglato un cessate il fuoco che ha permesso la sospensione delle ostilità. 

Secondo la Tv di Stato siriana l'evacuazione da Aleppo est sarebbe stata sospesa dopo che i ribelli hanno aperto il fuoco contro il convoglio che trasportava i civili. Ovviamente le accuse sono reciproce. I ribelli sostengono che invece ad aver violato la tregua siano stati i soldati filo-governativi, come riferisce la televisione panaraba Al Jazeera. Fonti dei ribelli infatti affermano che ad aprire il fuoco sarebbero state milizie sciite iraniane alleate del governo...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA