Trattamenti inumani e pericolosi: arresti a Salerno per tratta migranti...




Operazione della Procura: cinque le persone di nazionalità somala arrestate. Chiesto il fermo di un cittadino tedesco.



Trattamenti pericolosi ma soprattutto inumani. La Polizia di Salerno, su delega della Procura della Repubblica di Salerno-Direzione Distrettuale Antimafia, sta eseguendo numerosi arresti per associazione a delinquere finalizzata all'immigrazione clandestina, realizzata anche mediante l'impiego di trattamenti inumani e pericolosi per l'incolumità dei migranti.

Come un viaggio organizzato in agenzia. L’immigrato sa da dove parte e dove arriva, paga il servizio di accompagnamento a lui riservato fino al paese europeo dove vuole andare. Lo slogan avrebbe potuto essere: "Basta una telefonata".

L’immigrato veniva accompagnato nel paese di destinazione, ad esempio la Germania, di solito in treno con regolare biglietto. Tutto succedeva appena arrivati in Italia, in modo da non chiedere l’asilo e sparire nel nulla allontanandosi dal centro di accoglienza prima di qualsiasi controllo. Con gli sbarchi della Chimera l’organizzazione ha guadagnato 150 mila euro.
Tra gli arrestati, è stato individuato un cittadino tedesco di origine somala, attualmente dimorante in Germania, per il quale è stato richiesto ed ottenuto, all'Autorità giudiziaria tedesca, l'esecuzione di un mandato di arresto Europeo.

Sono tredici le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Salerno su richiesta della locale procura nei confronti di altrettanti cittadini di nazionalità somala. Le tredici misure (10 in carcere e tre ai domiciliari) sono tuttora in corso di esecuzione da parte degli agenti della squadra mobile della questura di Salerno. Associazione per delinquere finalizzata all'immigrazione clandestina realizzata anche attraverso trattamenti inumani e pericolosi per l'incolumità dei migranti i reati contestati...

(Globalist)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA

Post più popolari