Russia, i bambini di Bashkiria a scuola armati di asce per difendersi dai lupi...








Cappuccetto Rosso è una barzelletta in confronto ai bambini della regione russa di Bashkiria. La televisione pubblica russa ha diffuso le immagini, filmate con uno smartphone, di una comitiva di alunni minorenni che vanno alle lezioni armati d’ascia. Nel loro villaggio, infatti, non c’è nessuna scuola e perciò ogni giorno devono recarsi a piedi in un altro villaggio distante 10 chilometri. Lo scuolabus non effettua il servizio perchè la strada è impervia e impraticabile. Il problema è che i ragazzi, tra i 12 e i 14 anni, devono attraversare un bosco popolato da lupi e orsi: altro che il solitario lupo cattivo! Uno zoologo locale ha riferito che qualche anno fa in quegli stessi boschi un cacciatore è stato azzannato dai lupi, salvandosi per miracolo. E la madre di uno dei ragazzi ha raccontato ai giornalisti che una volta un lupo è uscito dal bosco, cercando di aggredire la scolaresca. Quella volta i ragazzi sono riusciti a fuggire e a tornare incolumi al loro villaggio. Le mamme allora hanno deciso di intervenire e armandosi di asce e lanterne, hanno scortato a scuola i loro figli. Da quel giorno i ragazzi vanno a scuola con libri e asce. Dopo lo scandalo suscitato dal video, la procura ha aperto un’inchiesta, mentre le autorità locali hanno promesso di organizzare al più presto  il collegamento con uno scuolabus…
(RaiNewsMondo)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA