QUANTO COSTANO DAVVERO GLI IMMIGRATI ALL'ITALIA...




Uno studio della fondazione Leone Moressa ha realizzato il bilancio economico della presenza degli stranieri in Italia (rapporto 2015)





Uno studio condotto dalla fondazione Leone Moressa, un istituto di studi e ricerche nato nel 2002, ha realizzato il bilancio economico sulla presenza degli immigrati in Italia.
Il rapporto, giunto alla quinta edizione, è stato presentato a ottobre 2015. Rivela che il contributo da parte degli immigrati all'economia del paese, al netto delle spese sostenute dall'Italia per l'accoglienza, è pari a quasi 4 miliardi di euro ogni anno.
Cose utili da sapere:
Quanto ha speso l'Italia per gli immigrati:  Il rapporto rileva che la spesa pubblica italiana è orientata soprattutto sulla popolazione anziana (sanità e pensioni).
Ogni anno lo stato spende circa 12,6 miliardi di euro per l'immigrazione, vale a dire l'1,58 per cento della spesa pubblica complessiva. Questi soldi vengono utilizzati per il welfare rivolto agli stranieri (ad esempio sanità, scuola, servizi sociali, asilo, integrazione) ma anche per il contrasto all’immigrazione irregolare.
Quanto ha ottenuto l'Italia dagli immigrati: dei 5 milioni di residenti stranieri in Italia, circa 3 milioni e 460mila sono contribuenti. Nel 2014 hanno dichiarato redditi imponibili per 45 miliardi e mezzo di euro e versato Irpef netta per 6,8 miliardi di euro.
Occupazione: i 2,3 milioni di occupati stranieri nel 2014 hanno prodotto ricchezza in Italia per 125 miliardi di euro. Il "Pil dell'immigrazione" è pari quindi a circa l’8,6 per cento del valore aggiunto complessivo.
Il 50 per cento di tale importo è relativo al settore dei servizi. L'incidenza maggiore è nel settore della ristorazione e nell'edilizia dove raggiunge il 17-18 per cento.
Gli immigrati creano anche lavoro. Nel 2014 si sono registrate 524mila imprese condotte da stranieri, che hanno prodotto il 6,5 per cento del valore aggiunto (pari a circa 95 miliardi di euro).
Il totale delle entrate di 16,5 miliardi di euro nel 2014 ha quindi coperto con scarto i 12,6 miliardi di spesa pubblica. I cittadini stranieri hanno fruttato 3,9 miliardi di euro all’economia italiana.
(The Post Internazionale)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA