Modella paraplegica, facebook la censura per la scollatura…






ROMA – Giovane paraplegica sfila con il seno scoperto, Facebook censura la foto. E la modella, Manuela Migliaccio, studentessa di veterinaria, lancia dure accuse: “Se vi scandalizzate per mezzo capezzolo restate in casa, chiudete la porta e le finestre, spegnete la televisione, chiudete il computer. Così forse riuscirete a non scandalizzarvi più”.
A provocare le polemiche, l’ormai famoso algoritmo di Facebook, che quando vede seni o altre parti intime, comprese quelle delle mamme che allattano i propri figli, rimuove le foto in questione. Nel mirino dell’algoritmo è finita anche la foto di Manuela Migliaccio, studentessa napoletana paraplegica dal 2009 dopo un incidente in Grecia.
Nella foto “incriminata” la giovane appare sulla passerella, in carrozzina, con un abito blu e una scollatura che lascia scoperta parte dei seni. L’immagine era stata postata da Fabrizio Bartoccioni, presidente della Fondazione Vertical,onlus che raccoglie fondi per la ricerca contro la paralisi e che aveva organizzato la sfilata. E quando ha scoperto la rimozione, Bartoccioni ha avuto parole di fuoco per l’azienda di Mark Zuckerberg:
“Manuela è stata censurata da Facebook per tà. La sua fotografia è stata rimossa perché alcune segnalazioni non hanno trovato giusto che una modella in carrozzina possa uniformarsi alle regole dell’alta moda. Le stesse persone, false e bigotte, quelle che insegnano la morale agli altri, quelle che non hanno a cuore il progresso culturale e sociale, sono le stesse che parcheggiano la propria auto nelle aree riservate ai disabili, che vietano ai loro figli di fidanzarsi con una persona disabile e che accettano il tradimento o le violenze dal proprio partner. Ma il capezzolo è la cosa più importante da stigmatizzare e allora riposto nuovamente l’immagine di Manuela, con l’auspicio che questa farsa abbia finalmente fine”.
Anche Manuela ha commentato quanto accaduto, sempre su Facebook:
“Condividete Please… Per mezzo capezzolo uscito per caso vi siete scandalizzati? Beh allora restate in casa, chiudete la porta e le finestre, spegnete la televisione, chiudete il computer. Così forse riuscirete a non scandalizzarvi più. Ah dimenticavo tirare via anche gli specchi che il vostro riflesso potrebbe farvi paura!”...

(blitz quotidiano)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA