Aiuti umanitari colpiti ad Aleppo, Onu: "Immagini satellite confermano raid aereo"...






E' stato un raid aereo a colpire il 19 settembre scorso unconvoglio di aiuti umanitari dell'Onu e della Mezzaluna russa a nord di Aleppo, nella Siria settentrionale, causando la morte di una ventina di persone e la distruzione di 18 camion su 31. Lo rivelano le immagini satellitari, come ha spiegato in conferenza stampa Lars Bromley, ricercatore di Unosat (United Nations Operational Satellite Applications Programme), l'agenzia che si occupa dei programmi satellitari dei Paesi appartenenti all'Onu. Gli Stati Uniti avevano accusato la Russia di aver bombardato il convoglio, ma Mosca ha negato e sostenuto che il convoglio ha preso fuoco.
''Con la nostra analisi siamo giunti alla conclusione che si è trattato di un raid aereo e credo che molte altre fonti abbiamo affermato la stessa cosa'', ha detto Bromley. ''Per determinare che si è trattato di un raid aereo, quello che si guarda è la dimensione e il tipo del cratere che si è creato'', ha spiegato.
Finora le Nazioni Unite si erano limitate a parlare di ''attacco'', senza specificare di che tipo fosse stato e sospendendo l'invio di convogli via terra in Siria. La Croce Rossa Internazionale e la Mezzaluna Rossa hanno invece fin da subito parlato di ''raid aerei'' nei loro comunicati.
Venerdì il Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon aveva annunciato l'avvio di una commissione d'indagine interna all'Onu per far luce sull'attacco, invitando tutte le parti coinvolte alla massima collaborazione...

(Adnkronos)

Commenti

UNA SCUOLA PER ATMA